Coronavirus in Emilia-Romagna: su 5600 tamponi, solo 35 casi di positività

Emilia Romagna: oltre 11.500 guariti in più rispetto ai malati

Coronavirus, aggiornamenti regionali del 16 maggio

In Emilia-Romagna, dall'inizio dell'epidemia si sono registrati 26.979 casi di positività, 52 in più rispetto a martedì: di nuovo uno fra gli aumenti giornalieri più bassi mai registrati finora.

Purtroppo, si registrano 13 nuovi decessi: 9 uomini e 4 donne.

Dalle 8 di ieri alle 8 di oggi i ricoveri da Pronto Soccorso sono stati in tutto 12, 3 con sintomi suggestivi in attesa di referto.

I test effettuati hanno raggiunto quota 248.591 (+4.708). Le nuove guarigioni mercoledì sono 329 (16.572 in totale), mentre continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi a oggi: -299, passando dai 6.801 registrati ieri agli odierni 6.502. I ricoverati in terapia non intensiva sono 176, mentre sono solo 4 quelli ricoverati in terapia intensiva. Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid (-153).

Le attività più rilevanti sono a supporto dei Comuni per l'assistenza alla popolazione (consegna mascherine; spesa, pasti e farmaci a domicilio; giovedì queste attività hanno coinvolto circa 400 volontari, fra cui 140 scout Agesci); e a supporto delle Ausl nel trasporto con ambulanze, nella consegna di campioni sanitari e tamponi, in aiuto a chi sta in quarantena (CRI e ANPAS; 311 volontari).

Sono 34 i punti di pre-triage attivi in Emilia-Romagna (11 davanti alle carceri, 23 per ospedali e cliniche): 3 in provincia di Piacenza (Piacenza città, Fiorenzuola d'Arda e Castel San Giovanni); 3 in provincia di Parma (Parma città, Vaio di Fidenza e Borgotaro); 3 in provincia di Reggio Emilia (Reggio Emilia città, Montecchio e Guastalla); 5 in provincia di Modena (Sassuolo, Vignola, Mirandola, Pavullo e Modena città); 3 nella città metropolitana di Bologna (Sant'Orsola e Maggiore, e a Imola); 2 in provincia di Ferrara (Argenta e Cento); 1 in provincia di Forlì-Cesena (Meldola); 2 in provincia di Rimini (Rimini città, fra cui quella appena montata davanti alla Casa di cura "Villa Maria"); 1 nella Repubblica di San Marino (la postazione davanti all'Ospedale di Stato è composta dal pre-triage per i pazienti in ingresso e dalla nuova tenda per gli screening sierologici alla popolazione).

Dal Dipartimento nazionale, sono pervenute 350.750 mascherine chirurgiche (più altre 10.000 destinate espressamente alle Rsa), 2.400 mascherine ffp3, 59.000 mascherine ffp2 (di cui 20.000 destinate alle Rsa), 80.000 sovrascarpe, 36 confezioni di amuchina.

Nel fine settimana si interrompe l'attività a supporto delle aziende del Trasporto Pubblico Locale presso la stazione di Bologna, attivata dal Dipartimento nazionale: ieri sono stati impiegati 9 volontari. All'aeroporto Marconi di Bologna continuano a operare 2 volontari per monitorare i passeggeri in transito. Volontari afferenti al Coordinamento provinciale delle associazioni di volontariato di Ferrara assicureranno un presidio logistico alla struttura. Si tratta di una paziente di sesso femminile e di 4 pazienti di sesso maschile. Nessun decesso nelle province di Parma, Reggio Emilia, Ferrara e Ravenna.

Realizzate con il concorso dell'Agenzia e dei coordinamenti provinciali del volontariato di protezione civile, sono 14 le strutture dove si effettuano i tamponi di verifica a chi è in via di guarigione e/o lo screening sierologico. Strutture che si aggiungono alle altre presenti sul territorio regionale allestite dalle Aziende sanitarie.

In arrivo da Roma 11 nuovi infermieri volontari in aiuto alle zone più colpite: dall'inizio dell'emergenza sono pervenuti in Emilia-Romagna 7 gruppi di infermieri (totale 111 unità) e 6 di medici (totale 62).

Altre Notizie