New York, sempre peggio: verso le fosse comuni nei parchi e cattedrali-lazzaretto

NEW YORK NY – APRIL 05

NEW YORK NY – APRIL 05

Obitori al collasso e a New York, epicentro dell'epidemia di coronavirus negli Stati Uniti, spunta l'ipotesi delle fosse comuni nei parchi.

Bill De Blasio assicura che si tratterebbe solo di una misura temporanea, da adottare in circostanze estreme. "Non è il momento di allentare le restrizioni", ha detto durante la quotidiana conferenza stampa. Se il trend descritto dovesse continuare, presso le strutture predisposte per accogliere le salme saranno sature.

"Se avremo bisogno di sepolture temporanee per superare la crisi, e quindi lavorare con ogni famiglia sulle disposizioni appropriate, abbiamo la possibilità di farlo", ha detto."Potremmo benissimo essere gestire sepolture temporanee in modo da poter trattare con ogni famiglia in un secondo momento", ha aggiunto.
"L'unica cosa che posso dire è che servono aree molto grandi e fuori mano, poco frequentate", ha spiegato Levine. Levine ha comunque avvertito che il numero delle vittime è probabilmente più alto di quello ufficiale, perché ci sono persone che muoiono a casa alle quali non era stato fatto il test. Dei 10.252 decessi, sono 4.758 quelli registrati nello stato di New York nell'ultimo bollettino emanato ieri.

Altre Notizie