Chernobyl, incendio nella foresta: radiazioni 16 volte sopra la norma

Incendio vicino a Chernobyl crescono radiazioni nell'area

Chernobyl, incendio nella foresta: radiazioni 16 volte sopra la norma

Le autorità dell'Ucraina hanno riportato un picco nei livelli di radiazione nella zona soggetta a restrizioni intorno a alla centrale nucleare.

L'Agenzia Statale Ucraina sulla Gestione dell'Area di Alienazione (SAUEZM) ha dichiarato che l'incendio ha consumato circa 20 ettari di suolo forestale prima di essere domato. La protezione civile di Kiev ha riferito che sono stati impiegati 90 vigili del fuoco, e che nell'operazione stanno utilizzando due aerei ed un'elicottero. Oggi è stata una giornata difficile. "Cattive notizie", ha scritto sul suo account Facebook, precisando tuttavia che questa anomalia riguarda solo la zona dell'incendio.

A quasi 34 anni esatti dal disastro, Chernobyl torna a far parlare di sé. Lo hanno confermato le autorità ufficiali.

Si ipotizza che alla base di diversi incendi dolosi ci sia il disboscamento illegale e la vendita clandestina di legname che alimenta un giro d'affari di decine di milioni all'anno. "Come vedete nel video, gli indicatori segnano o, 14 e 2,3", mostrando quindi un livello di radioattività 16 volte superiore al normale. Si tratta di una delle zone più contaminate di radiazioni al mondo. Questo mostrerebbe un misuratore Geiger con valori di ben 16 volte superiori alla soglia di sicurezza. Pur ammettendo di avere delle serie "difficoltà" a intervenire. Nelle settimane successive alla catastrofe 400mila persone furono evacuate dalle loro case a causa degli altissimi livelli di radioattività nella zona.

Chernobyl, nella zona di esclusione creata intorno all'impianto dopo l'esplosione del 1986. I reattori continuarono a funzionare, l'ultimo fu spento nel 2000 con la chiusura definitiva delle attività industriali a Chernobyl.

Altre Notizie