Harry Potter: Warner Bros. lavora a un prequel su Voldemort

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban il regista Alfonso Cuarón

Harry Potter, in tv la saga vince la sfida degli ascolti anche contro Camilleri

Il lunedì e il martedì sono infatti i giorni scelti dall'emittente per trasmettere i film tratti dalla celebre opera scritta da J.K Rowling, per dare ai fan del canale televisivo, e di Harry Potter in generale, un'arma in più per combattere la noia da quarantena.

Come ricorderete, vista la situazione legata al coronavirus, che costringe gli italiani a restare in casa in isolamento forzato (anche se sempre più paesi stanno adottando tali restrizioni), moltissimi fan della saga del Maghetto avevano chiesto a Mediaset di mandare in onda tutti i film di Harry Potter, e l'azienda ha acconsentito: stasera è il turno de Il Prigioniero di Azkaban. Costato 130 milioni di dollari, ne incassò in tutto il mondo quasi 800, risultando l'incasso più basso della saga... relativamente, visto che parliamo comunque di grandi successi al boxoffice. Il preside della scuola Albus Silente mette sotto sorveglianza il castello, invaso dai Dissenatori, una specie di corpo di guardia della terribile prigione che succhia l'anima ai detenuti con un bacio. Giunti al loro quarto anno scolastico, i tre amici fanno la conoscenza del nuovo professore di Difesa contro le Arti Oscure, un personaggio singolare e preparato, che insegnerà loro quali sono le tre Maledizioni Senza Perdono. La realtà però non è quello che sembra e la verità è ben lontana dalla storia che si è tramandata negli anni.

Va in onda stasera alle 21:25 su Italia 1 Harry Potter e il progioniero di Azkaban (2004), il film diretto da Alfonso Cuarón, con Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Grint. Nei panni di Sirius Black, il prigioniero evaso da Azkaban, c'è Gary Oldman. Ancora una volta invece Alan Rickman interpreta Severus Piton.

Per contratto Alfonso Cuaròn non doveva dire parolacce davanti ai ragazzi.

Altre Notizie