Cagliari, Nainggolan: "Ho paura di contagiare mia moglie" - Sportmediaset

Radja Nainggolan

Radja Nainggolan

Ecco uno stralcio delle sue parole. Ventimila euro? Dieci volte tanto. "E in poche ore...". "Ma c'è tanta noia".

"Non ci ho mai pensato, lì mi hanno dimenticato molto in fretta". Gioco un po' con i compagni alla PlayStation, cerco di passare il tempo - ha aggiunto il calciatore belga -. "Preferisco rimanere in Italia, ci sono stato per 15 anni e non sarebbe facile andarmene". "Le persone che hanno altri problemi sono un po' meno alla ribalta, perché il coronavirus è il tema centrale". Si parla solo di questo - dice Nainggolan, la cui moglie Claudia Lai ha contratto un tumore - Si spera quindi che tutto vada bene il prima possibile, perché Claudia ha comunque un sistema immunitario debole. Gli ospedali vengono evitati e le terapie vengono ritardate un po'. "Ho il timore di contagiarmi se esco a fare la spesa e di trasmetterle il coronavirus". Lei ha già attraversato il periodo più difficile della terapia, ora è in una fase di conservazione. "Solo il tempo dirà se il problema è stato finalmente risolto, ma le cose stanno andando nella giusta direzione". Ma provo a vivere il più possibile come una persona ordinaria. Le cose più importanti sono il raggiungimento dei miei obiettivi e l'educazione dei miei figli. A differenza di altri, non mi nascondo: "ogni giorno può essere l'ultimo ed è per questo che voglio vivere al massimo".

Preferisci giocare un anno a calcio e vincere la Champions oppure 15 anni senza vincere nulla? . "Ho sempre detto che avrei smesso con il calcio a 34 anni, ma adesso penso che continuerò fino a 50 anni".

Altre Notizie