Gasperini come Ancelotti sulle offese del Franchi: "Deficienti! Maleducazione inaccettabile"

Gasp contro il pubblico di Firenze:

Gasperini reagisce agli insulti viola «Parole pesanti, questa volta non ci sto»

"La squadra mi sembrava affaticata dopo la partita di San Siro, ma nonostante questo abbiamo avuto la possibilità di vincere la partita, ma la Fiorentina aveva più energie di noi".

"Nel primo tempo abbiamo ballato un po'". Abbiamo comunque avuto le nostre opportunità, alcune clamorose. L'attaccante acquistato dal Wolverhampton negli scorsi giorni, ha giocato 70 minuti conditi da grande agonismo oltre che dal gol che ha permesso ai viola di aprire le danze di una partita "epica", come ha dichiarato Commisso a fine partita. Nel secondo tempo siamo stati più precisi dietro, creando anche di più. Non lo accetto: "questa è cafonaggine e maleducazione". Ma vogliamo fare bene in campionato. La Coppa Italia per quanto cada sempre in momenti complicati abbiamo cercato di rispettare l'impegno. Abbiamo concluso l'andata al quarto posto e credo che possiamo ripeterci.

"Cerchiamo di stare dentro a tutto. Uscire in questo modo ci dispiace". Io non ho mai insultato nessuno, non è nella mia natura: oggi ero carico al massimo per la mia squadra ma mi sono preso più volte di di "figlio di puttana": mia madre ha fatto la guerra per dare diritto di parola a questi deficienti.

Sul nuovo stadio per la Fiorentina "sono deluso" per il fatto che "credevo si fosse più pronti e anche dal fatto che si parla di costi su costi".

Sui cori ricevuti dai tifosi fiorentini: "Io non ho mai insultato nessuno, 'figlio di puttana' è piuttosto pesante".

Altre Notizie