Prende "viagra" per tori, l'effetto dura 3 giorni: operato d'urgenza

Immagine simbolo

Immagine simbolo

Al terzo giorno, quando ha visto che la situazione non accennava a migliorare, piegato da dolori lancinanti, si è recato nell'ospedale di Reynosa, al confine con gli Stati Uniti, come riferisce il sito peruviano larepublica.pe, dove è stato operato d'urgenza.

La sua intenzione era quella di fare una bella figura durante una prestazione sessuale con una donna.

Secondo quanto ricostruito da media locali, che non hanno reso note le generalità dell'uomo, costui avrebbe fatto un viaggio di 900 km per recarsi a Veracruz e procurarsi la sostanza. E' stato proprio lui a confessare ai medici l'assunzione di un farmaco che gli agricoltori della zona utilizzano per stimolare i tori per l'inseminazione.

La sua condizione, infatti, avrebbe potuto creare danni permanenti al suo membro: motivo per cui i medici hanno deciso di intervenire d'urgenza.

Una trasgressione che rischiava di costargli caro. Dopo anni trascorsi tra uffici stampa, service editoriali e redazioni di quotidiani e settimanali, dal 2019 lavora a TPI.

Altre Notizie