Svolta per lo sport femminile: le atlete diventano professioniste

L'Associazione Nazionale Atlete (ASSIST) guidata da Luisa Rizzitelli commenta così la notizia: "L'emendamento della Commissione Bilancio del Senato per le ASD che promuoveranno il professionismo sportivo è senz'altro una buona notizia, ma è secondo noi assolutamente prematuro parlare di rivoluzione e di vittoria".

È un gol importante per le calciatrici, naturalmente, ma anche per tutte le altre atlete italiane, cui la vetusta legge 91/1981 fino a oggi non ha concesso lo status di professioniste. Esso introduce, inoltre, un esonero contributivo al 100% per tre anni per le società sportive femminili che stipulano contratti con le atlete. Sono passaggi tecnici e formali determinanti perché la legge, una volta che verrà approvata dal governo, non resti lettera morta.

Arriva una svolta nel mondo dello sport e, in particolare, per quanto riguarda il calcio femminile.

Altre Notizie