Accordo energetico Russia-Cina, ecco il gasdotto "Forza Siberia"

Russia Putin promulga la legge sui giornalisti esteri'Agenti stranieri

Obbligo di avere software russo per gli smartphone, Putin lancia la "norma anti-Apple"

Vladimir Putin e Xi Jinping rafforzano la cooperazione con il gasdotto siberiano.

Mentre i democratici in America cercano di far fuori trumo per via giudiziaria e i dem in Italia tengono bordone alla Commissione Ue per imporre accordi che sacrificano l'Italia e salvano le banche tedesche, Russia e Cina procedono in una cooperazione che, svuluppata, potrebbe mettere fuori gioco i litigiosi e supponenti Paesi occidentali, che ormai, divisi, contano quanto il due di briscola di fronte ai giganti asiatici, India compresa.

"Questo passaggio porta il partenariato strategico russo-cinese nel settore energetico a un livello completamente nuovo e ci avvicina all'obiettivo di interscambio commerciale di 200 miliardi di dollari entro il 2024", ha aggiunto.

Le parole di Vladimir Putin, pronunciate nel giorno dell'inaugurazione del gasdotto Power of Siberia, sono all'insegna dell'ottimismo e fiduciose verso il futuro. Il progetto, ratificato nel 2014 nel peno della crisi ucraina, ha un valore secondo alcune indiscrezioni di circa 400 miliardi di dollari (le cifre sono tenute segrete) e fornirà alla Cina a pieno regime circa 38 miliardi di metri cubi di gas.

Il gasdotto Power of Siberia, lungo 3000 chilometri nella parte russa e che si snoda per altri 5111 chilometri nella regione cinese, porterà gas dalle località di Chayandinskoye e Kovytka, in Siberia, al nord-est della Cina. "Quest'anno celebriamo i 70 anni da quando sono stati stabiliti i legami diplomatici tra Russia e Cina e iniziamo le forniture alla Cina", ha affermato Putin.

Altre Notizie