Chiara Ferragni a Sanremo 2020, il Codacons si oppone: "È diseducativa"

Chiara Ferragni a Sanremo 2020, il Codacons si oppone: “È diseducativa”

Chiara Ferragni a Sanremo ma solo se gratuitamente: il Codacons pronto a denunciare in caso contrario

Ed è una notizia, soprattutto per i milioni di followers che seguono passo passo la vita di Chiara Ferragni, fashion blogger e influcencer di fama mondiale.

A intervenire a gamba tesa sulla possibile presenza della Ferragni al Festival è stato però il Codacons: il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori ha annunciato infatti che, qualora l'influencer di Cremona diventasse davvero co-conduttrice, farebbe causa alla Rai. Marco è il figlio che il padre di Chiara, il dentista Marco Ferragni, ha avuto con la sua attuale compagna.

"Siamo pronti ad intentare una causa legale contro la Rai e ad impugnare il contratto d'ingaggio della Ferragni davanti alla Corte di Conti e alla Procura", si legge nel messaggio che tutti i siti d'informazione stanno riportando nelle ultime ore. Si tratta di una scelta sbagliata per l'azienda, che dovrebbe individuare modelli più adatti all'interno di programmi diretti ad un vasto pubblico, costituito in prevalenza da giovani.

Nella serata di ieri Chiara Ferragni ha condiviso uno scatto su Instagram che ha fatto discutere i seguaci. Quest'ultimo è utilizzato a scopo commerciale per promuovere marchi e prodotti vari, in totale violazione delle norme vigenti che tutelano i minori e la loro privacy. Il Codacons dice no e si prepara a una duro testa a testa con la RAI se il servizio pubblico dovesse confermare quanto molti rumor danno ormai per certo. Al momento, da viale Mazzini non è arrivata alcuna replica.

Chiara Ferragni è un'altra vincente in questo mondo. Mi occupo di news, pop, sport, lotto, oroscopo e tv.

Altre Notizie