Sticchi Damiani deciso e preciso: "Rigore da ripetere, regola violata"

La Lazio si riprende il terzo posto 4-2 al Lecce con doppietta di Correa

Lazio-Lecce 4-2, Sticchi Damiani: "Errore gravissimo, il rigore andava ripetuto"

Il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, ha commentato con amarezza alcune decisioni dell'arbitro Manganiello che avrebbero condizionato il 4-2 con il Lazio. Parlo di una regola che dice che il rigore in questo caso va ripetuto. Nel momento in cui c'è una regola, introdurre una direttiva non ha senso. Ai nostri tifosi è difficile spiegare la prassi, il regolamento è chiaro. Io credo che si stia perdendo un po' di vista il calcio di una volta. Oggi c'è stata una partita bellissima, tra due squadre che hanno giocato a viso aperto.

Il regolamento nella suddetta fattispecie parla di rete da annullare quando "c'è un'infrazione da parte del portiere o del calciatore che esegue un calcio di rigore o entra in area prima dell'esecuzione di un calcio di rigore da parte di un attaccante o difensore che viene poi direttamente coinvolto nel gioco se il pallone rimbalza da palo, traversa o portiere". Il VAR però ha segnalato come Lapadula sia entrato in area prima che lo stesso Babacar calciasse e dunque l'arbitro ha fatto ripartire l'azione con un calcio di punizione indiretto per la Lazio.

Intervenuto nel corso della trasmissione 'Tutti Convocati' in onda su 'Radio 24', l'ex arbitro Luca Marelli ha provato ad interpretare il regolamento da seguire quando accadono episodi del genere. "Noi ci giochiamo la salvezza, dobbiamo dar conto a tante persone, oggi non sappiamo nemmeno dare spiegazioni tecniche ai tifosi".

Altre Notizie