Roma, Petrachi: "Ecco cosa mi ha colpito di Fonseca"

SERIE A - Sprocati e Cornelius stendono la Roma, il Parma si impone 2-0. Emiliani a -2 dal Napoli

D’AVERSA: «Intensità e voglia di un risultato prestigioso»

Mi ha catturato perché quello che vedevo sul campo, lo vedevo col suo metodo, ho visto i suoi princìpi, è piaciuto subito a tutti noi, Pallotta compreso.

Attualmente il Parma si trova 10° in classifica con 14 punti (frutto di 4 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte); invece la Roma si trova 5° in classifica con 22 punti (frutto di 6 vittorie, 4 pareggi e 1 sconfitta). Domani dovremo avere la volontà di fare un risultato positivo, ci manca la vittoria prestigiosa, siamo andati vicini all'obiettivo contro l'Inter e i ragazzi per quello che fanno in settimana.

Così Roberto D'Aversa alla vigilia di Parma - Roma. La squadra giocava aggressiva e con continue verticalizzazioni, così ho seguito Fonseca e abbiamo pensato a lui. "Sta lavorando bene, è sempre un'opzione". Ma non può essere utilizzato. Ma le situazioni si analizzano in ogni gara. D'Aversa ha anche parlato di mercato, uno strappo alla regola, ma necessario per ribadire un concetto: a gennaio non si muove nessuno dei big, Kulusevski in testa.

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez, Spinazzola (26' Santon), Smalling, Fazio (26' st Diawara), Kolarov; Veretout, Mancini; Zaniolo, Pastore (20' st Under), Kluivert, Dzeko. Umore? Quando perdi la squadra deve sentire che deve lottare di più per migliorare nella partita successiva ma i ragazzi hanno fiducia. Fonseca sta facendo molto bene, ha migliorato la squadra sotto l'aspetto difensivo ed è bravo a leggere le partite e cambiare a partita in corso. "Non è semplice, sappiamo che la Roma in trasferta fa molto bene, dobbiamo continuare a mantenere questa concentrazione e magari essere più concreti in avanti". Come dico sempre un allenatore non regala né toglie niente a nessuno. Questo per far capire che Dejan che è un ragazzo responsabile e con qualità importanti che deve restare sul pezzo, nel calcio non è difficile arrivare, è difficile restare a certi livelli.

Altre Notizie