Inzaghi dimentica il Celtic: "Serve vincere, dobbiamo andare in Champions"

Immobile ringrazia Lazzari per l'assist

1-2 AL MEAZZAIl Milan dura un’ora la Lazio sprinta con Immobile e Correa. Ora è quarta

Giovedì col rigore netto negato poi abbiamo perso... Bisogna però guardare avanti e alla partita di domani, che sarà molto importante. "Per gli altri dovrò valutare e parlare con i diretti interessati". "Lui ha dato la sua impronta". "No. L'anno scorso, dopo la vittoria in finale di Coppa Italia, eravamo felici anche perché avremmo giocato in Europa League". Veniamo da 3 vittorie consecutive in campionato, domani abbiamo una grande occasione ma il Lecce ha creato insidie anche a Milan e Juventus. La cavalcata finita nella notte di Salisburgo la ricordo con piacere, quest'anno purtroppo sono successi degli imprevisti. "Quando sento chi critica glia eviti e italiani vorrei dirgli di vedere quello che succede in Europa". "Ci aspettiamo tanto da Milinkovic". É generoso, sta lavorando bene, può fare meglio, ma ho trovato grande disponiblità, per esempio di difendere di più se gioca con Luis Alberto o il contrario se gioca con Parolo. "Eccetto la Juve e l'Inter le nostre concorrenti sono allo stesso nostro livello". A volte sono condizionate dagli episodi. Ha qualità, ottime ripartenze e idee di gioco, una squadra a immagine e somiglianza del suo allenatore. "Per gli altri vedrò la seduta di oggi, non siamo nemmneo a 36 ore dalla gara col Celtic".

Simone Inzaghi, tecnico della Lazio, ha fatto riferimento anche alla gara contro la Fiorentina nella conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Lecce.

OBIETTIVI - "Vogliamo crescere sapendo che abbiamo contro squadre importanti, cercheremo di alzare quella benedetta asticella che non deve essere fatta solo di trofei e ci proveremo con tutte le nostre forze".

Altre Notizie