In mostra gli anni '60 di Milano

Ad aspettare i visitatori fotografie, manifesti, riviste, arredi e oggetti di design per rivivere l'atmosfera di quell'epoca, con i suoi protagonisti da Billie Holiday ai Beatles, dai Rolling Stones a Lucio Fontana, da Piero Manzoni alla vita notturna dei locali del Jazz. La mostra inaugura oggi mercoledì 6 novembre, presso Palazzo Morando: curata da Stefano Galli è stata promossa dal Comune di Milano, in collaborazione con la Direzione Musei Storici del Comune di Milano e la Questura di Milano e con il patrocinio della Polizia di Stato e della Regione Lombardia.

Quando si parla di anni '60 a Milano è impossibile non soffermarsi sulla grande stagione del design, che in quel periodo arriva a toccare livelli altissimi con esponenti del calibro di Bruno Munari, Marco Zanuso, Vico Magistretti, Enzo Mari, Achille Castiglioni, Sambonet, Joe Colombo, Gio Ponti e altri ancora.

Ma anche una grande stagione di musica. Tra tutte Brionvega, Cassina, Zanotta, Kartell, Tecno, Fontana Arte, Artemide, Flos, Arflex e Danese.

La fine degli anni 60 segnò poi la nascita della contestazione, dalle rivolte studentesche negli atenei, sfociate nelle occupazioni della Statale e della Cattolica, ai picchetti nelle fabbriche e agli scioperi. Chiude la mostra la sezione dedicata a piazza Fontana con le fotografie della strage e dei funerali, accompagnate da documenti e oggetti legati a questo tragico avvenimento. Costume Moda Immagine è il nuovo appuntamento espositivo di un percorso iniziato con "Milano tra le due guerre. 1943-1953 dai bombardamenti alla ricostruzione" (2016), "Milano e la mala" (2017) e "Milano e il Cinema" (2018).

Una mostra di grande valore culturale che ripercorre la storia del capoluogo lombardo da un punto di vista artistico certamente e allo stesso tempo analizza dinamiche e accadimenti sociali che hanno fatto da sfondo al cambiamento e all'evoluzione della città.

Altre Notizie