Polonia: Diritto e Giustizia ha maggioranza assoluta

Elezioni Polonia l'Ue tifa per l'opposizione. Ma Kaczynski è super favorito

Elezioni Polonia, seggi aperti: si prevede una nuova vittoria del partito di governo euroscettico e populista

Il partito di destra, conservatore ed euroscettico "Diritto e Giustizia" vince le elezioni parlamentari in Polonia. Il partito, alleato in Europa di Matteo Salvini, avrebbe ottenuto il 43,6% e quindi grazie al premio di maggioranza dovrebbero conservare la leadership assoluta in Parlamento. Coalizione civica, la piú importante formazione d´opposizione (alleanza tra Piattaforma civica di Donald Tusk e i Moderni) è ben distanziata al 27,4 per cento sempre secondo i dati disponibili alle 21.12, pochi minuti dopo la chiusura dei seggi.

Al Sejm entrerebbero anche candidati della "Confederazione Libertà e Indipendenza", apertamente anti-europei, antisemiti e omofobi al punto di definire pedofili gli omosessuali.

A rendere popolare il partito di Kaczynski, nonostante almeno un paio scandali, è il suo programma di tutela del welfare che ha fatto leva fra l'altro sulla promessa di un nuovo bonus bebè e su un aumento del salario minimo. Lo stesso Kaczynski si è dichiarato vincitore.

Alle precedenti elezioni che si sono tenute nel 2015 il Pis aveva ottenuto il 37,6 per cento dei voti e il controllo della Camera (235 seggi su 460) e del Senato (61 su 100) consentendo al premier Mateusz Morawiecki di imporre riforme che, secondo l'Unione europea, mettono a rischio lo stato del diritto.

Altre Notizie