Germania, sparatoria davanti la sinagoga e nel cimitero

Germania sparatoria alla sinagoga di Halle

Sparatoria in Germania: almeno 2 morti, killer in fuga

Sono due e "in fuga a piedi" i ricercati. "Chiediamo alle persone di rimanere al sicuro nelle loro case", hanno avvertito le forze dell'ordine, a testimonianza che l'allarme non è ancora cessato. Mentre un testimone ha riferito all'emittente tedesca di notizie N-Tv che alcuni degli aggressori erano vestiti di "verde", "da militare" con un "elmetto" e una "maschera" e che hanno sparato contro un negozio con un "mitra". L'ospedale universitario di Halle ha inoltre reso noto che vi sono anche due feriti in gravi condizioni, uno dei quali è stato operato con urgenza.

Di proprietà di Amazon, Twitch è da molti considerata la casa dei videogiochi, e sempre più persone la utilizzano per guardare in diretta (o in replica) tutti i gameplay dei titoli più famosi nel mondo videoludico. Una pista, secondo le fonti, che porterebbe all'area del Burgenlandkreis in Sachsen-Anhalt.

La Germania e' sotto shock dopo l'attacco contro la sinagoga a Halle tentato da un giovane neonazista.

L'attacco, secondo quanto sottolineato da Ansa, è arrivato nel giorno del Yom Kippur, ricorrenza religiosa ebraica che celebra il giorno dell'espiazione e che quest'anno cade tra martedì e mercoledì sera. Lo riferiscono testimoni, citati dalla Bbc. "Questo documento, che sembra essere stato creato una settimana fa, il 1° ottobre, fornisce ancora più indicazioni sulla pianificazione e preparazione che Stephan Balliet ha messo in campo per il suo attacco" (L'OMAGGIO ALLE VITTIME).

Sono momenti tragici ad Halle, in Germania. L'autore sembrerebbe proprio l'attentatore di Halle. "Dobbiamo proteggere la vita ebraica", ha aggiunto nel corso di una conferenza stampa congiunta con il capo della Comunità ebraica tedesca, Josef Schuster. Una versione confermata anche da "Adnkronos" che cita testimoni della Bbc: "L'uomo che ha aperto il fuoco ad Halle indossava una tuta mimetica e possedeva diverse armi".

Incubo neonazista in Germania nel giorno dello Yom Kippur. La stazione centrale di Halle è stata completamente chiusa e blindata, come comunicato dalle ferrovie tedesche.

Secondo il settimanale tedesco Der Spiegel, gli assalitori hanno colpito nei pressi della sinagoga ebraica e di un ristorante turco. In seguito ha attaccato il fast food di kebab uccidendo un uomo all'interno. Una seconda sparatoria è stata segnalata a Landsberg, circa 15 km (9 miglia) a est della città. Lo riferisce l'agenzia Dpa aggiungendo che una portavoce della polizia di Halle non ha voluto fornire altri dettagli. Due le vittime, un uomo e una donna.

Altre Notizie