Johnson & Johnson: condannata a pagare 8 miliardi di risarcimento

Stangata per J&J risarcimento da 8 mld dollari per danni da antipsicotico

"Il Risperdal fa crescere il seno agli uomini": J&J condannata a pagare 8 miliardi di dollari di danni

Johnson & Johnson dovrà pagare 8 miliardi di dollari di danni a un uomo che ha usato il farmaco antipsicotico Risperdal da bambino e ha avuto una ginecomastia, ossia un ingrossamento delle mammelle.

La causa alla J&J era stata intentata da Nicholas Murray, oggi 26enne, che in precedenza aveva ottenuto 680.000 dollari di risarcimento dalla Corte di Philadelphia. La società e la sua controllata Janssen Pharmaceuticals sono state portate in tribunale da Nicholas Murray, un paziente che ha lamentato questo disturbo dopo che gli è stato prescritto il Risperdal, prodotto utilizzato per il trattamento della schizofrenia e dei disordini bipolari. Johnson & Johnson ha risposto definendo "esorbitante" la richiesta e aggiungendo: "La società è fiduciosa che la decisione verrà cambiata".

Il caso potrebbe essere solo il primo di migliaia di procedimenti in Pennsylvania su potenziali danni legati a questo farmaco, approvato dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti nel 1993.

I querelanti sostengono che J&J non ha avvertito del rischio di ginecomastia, lo sviluppo di seni ingrossati nei maschi, associati a Risperdal, che secondo loro la società ha commercializzato per usi non approvati con i bambini. Il Risperdal ha realizzato vendite per circa 737 milioni di dollari nel solo 2018.

Altre Notizie