Tunisia, morto ex presidente Ben Alì

Tunisia: morto l'ex presidente Ben Alì - Ultima Ora

Tunisia, è morto in Arabia Saudita l'ex presidente Ben Ali

È morto a 83 anni l'ex presidente tunisino Zine El Abidine Ben Alì: il politico ed ex militare è deceduto in una clinica di Jeddah dopo una lunga lotta contro un cancro alla prostata. Da giovane partecipa alla resistenza contro il dominio coloniale francese, finendo anche in prigione, e negli anni Sessanta fonda il Dipartimento della Sicurezza militare che dirige poi per 10 anni.

Nominato primo ministro nel tardo 1987, dopo circa un mese col famoso "golpe medico" Ben Ali destituiva Bourghiba, che da allora in poi avrebbe vissuto con tutti gli agi e gli onori propri di un capo di Stato ancora nelle sue funzioni in una lussuosa residenza di proprietà dello Stato (al punto che Bourghiba, sempre più senescente, quando nel 2000, all'età di 97 anni, morì nella sua Monastir, ancora credeva d'essere il vero Presidente della Repubblica e nessuno, per rispetto, lo contraddiceva al riguardo). Poi, nel 2002, prende il controllo assoluto del Paese con una riforma costituzionale che di fatto abolisce ogni limite alla sua rielezione. E nel voto del 2004 viene rieletto con oltre il 94% dei consensi. Nel 2009, ottiene il quinto mandato con una percentuale dell'89 per cento. Oltre cento persone, tra civili e poliziotti, muoiono negli scontri. Dopo alcune settimane di forti proteste, il 14 gennaio 2011 Alì aveva abbandonato il paese e si era rifugiato a Jedda in esilio volontario. Nel giugno dello stesso anno, iniziano numerosi processi a lui e al suo clan che riveleranno un quadro di abusi e corruzione.

Il suo ultimo messaggio ai tunisini è del 15 maggio scorso. Pubblicato sulla pagina Facebook del suo avvocato e destinato a smentire le notizie sul suo stato di salute, suona come un testamento. "Sono pronto con tutto il cuore a fare del mio meglio per questo Paese che ho servito sinceramente per 50 anni".

Altre Notizie