Donne in vetrina per il turismo, proposta del consigliere leghista

Salvini

Salvini

Io sono stato 20 anni fa alle fiere in Germania, in Olanda è uguale, in Austria è uguale, in Francia è uguale: troviamo le donne in vetrina. Ma Salvini non fa marcia indietro. "Il consigliere regionale - si legge ancora nella nota - è fuori linea anche sulla legalizzazione della prostituzione: la Lega è a favore della riapertura delle case chiuse, ma guarda al modello svizzero e austriaco, quindi senza vetrine, col chiaro scopo di garantire più sicurezza nelle nostre città, eliminare il degrado nelle aree teatro di prostituzione da strada, stroncare radicalmente l'indegno sfruttamento delle donne da parte di organizzazioni criminali, prevenire malattie a trasmissione sessuale e far emergere l'enorme e incontrollata evasione fiscale, garantendo, in tal modo, entrate tributarie miliardarie per lo stato italiano". "Un ubriacone va a cercare una cantina, ma c'è anche altra gente che va a cercare altre cose" ragiona Salvini in un altro momento del suo intervento. È la proposta shock che il consigliere regionale della Lega in Toscana, Roberto Salvini, ha avanzato, in tema di prostituzione nella commissione regionale sviluppo economico.

La sua idea è proprio quella di rilanciare il turismo in Toscana mettendo le donne in vetrina. E dinanzi allo scetticismo dei partecipanti, non a caso, va al rilancio: "Non bisogna dimenticare cos'era Montecatini, cos'e' Firenze o Viareggio lungo i viali". A riferire la notizia, pubblicata da 'Repubblica' e 'Il Tirreno', è stato il consigliere del Pd in Regione Monia Monni, che era presente alla riunione.

"Maschilista, misogino e anticostituzionale le sue dichiarazioni svelano, se mai ce ne fosse ancora bisogno, la vera natura della politica di questa destra", dice Pirri. "Offende le donne e aggiunge anche una stoccata omofoba!", ha scritto Monni.

Intanto ci sono numerose reazioni dal governatore della Regione alla Cgil.

L'ex sindaco di Pontedera e membro della direzione regionale del PD chiede le dimissioni di Salvini. Ricordo al consigliere Salvini che negli ultimi tre mesi sono già stati attivati circa 80 codici rossi nella sola Valdera. Uno che vuole andare a giocare, uno che vuole andare a vedere dello spettacolo.

"Toni e contenuti delle dichiarazioni del consigliere Roberto Salvini - ha detto Belotti - sono di una gravità tale che non possono essere sottovalutati e presi alla leggera". Il commissario regionale del partito ha dato indicazione alla capogruppo leghista Elisa Montemagni di procedere alla sospensione del consigliere dal gruppo stesso.

Altre Notizie