Feltri denunciato all'Odg. Ruotolo: "Incita all'odio razziale"

Sandro Ruotolo e Paolo Borrometi

Sandro Ruotolo e Paolo Borrometi

Sandro Ruotolo e Paolo Borrometi si sono scagliati nuovamente contro Vittorio Feltri, con una denuncia presso l'ordine dei giornalisti della Lombardia. Lo annuncia Ruotolo con un tweet. I due giornalisti puntano il dito contro la prima pagina di 'Libero', diretto da Feltri, di alcuni giorni fa, in un cui "in un articolo sul nuovo governo dal titolo 'Peggio di così non poteva capitarci. Ci sarà da divertirsi", all'ultimo capoverso si legge: "Lasciamo a Conte il suo zoo pieno di terroni e ostile al Nord che li mantiene tutti". "La discriminazione è rafforzata ancora di più nel rapporto con il Nord, superiore, che li 'mantiene tutti' con riferimento ai cittadini meridionali" dunque secondo Ruotolo e Borrometi "le affermazioni di Feltri incitano evidentemente all'odio razziale dei settentrionali nei confronti dei meridionali". Adesso, l'accusa di Ruotolo e Borrometi - che hanno diffuso il testo della denuncia sui loro canali social - è quella di istigazione al razzismo e di violazione, da parte dello stesso Feltri, dell'articolo 2 della carta dei doveri del giornalista che, dal punto di vista deontologico, dovrebbe rappresentare una sorta di punto di riferimento per il corretto comportamento da tenere nello svolgimento della professione.

Il chiacchierato giornalista Vittorio Feltri ha replicato: "Non capisco quale sia il problema, so che non hanno simpatia per me ma facciano quello che vogliono".

Agenpress. Come sapete, io e Paolo Borrometi, giornalisti e figli della bellissima terra del Sud del nostro Paese, sosteniamo che nell'era dell'odio e del rancore (stagione che speriamo rapidamente di lasciarci alle spalle) un giornalista pur libero di esprimersi non deve oltrepassare il limite. Che conclude: "Il vero problema è che il Sud continua a vivere in una situazione peggiore del Nord e credo che qualche responsabilità ce l'abbiano anche i politici".

I due giornalisti si sono già battuti in passato contro Feltri in merito alla sua frase infelice su quel "terrone di Montalbano", subito dopo il malore che aveva colpito (portandolo poi alla morte nel giro di un mese) lo scritto Andrea Camilleri. Non ho dimestichezza con le tecnologie.

Altre Notizie