Mangia solo patatine fritte e diventa cieco a 17 anni

Chiudi
   Apri

Chiudi Apri

Intervistata dalla BBC, la dottoressa Denize Atan, il medico che lo ha preso in cura nel reparto ospedaliero ha sottolineato le insane abitudini del ragazzo, il quale si alimentava comprando una porzione di patatine nel vicino negozio di fish & chips.

La terribile storia accaduta a questo ragazzo di 17 anni lascia senza parole. E questo malcostume reiterato per circa una decina di anni, alla fine ha portato all'emergere di danni gravissimi ed irreparabili al suo fisico.

Secondo il rapporto del Bristol Eye Hospital, all'età di 17 anni "la vista del paziente era progressivamente peggiorata fino alla cecità". Consigli che il giovane non ha seguito.

La sua dieta non prevedeva frutta e verdura ma solo patatine, pane bianco, prosciutto e salsiccia.

Al controllo i dottori hanno riscontrato una grave carenza di vitamina B12 e di altre sostanze importanti, dalla vitamina D ad alcuni minerali come rame e selenio.

I primi sintomi di questa follia alimentare si sono verificati a 14 anni, quando il ragazzo, di cui non è stato diffuso il nome, si è recato dal medico di famiglia spiegando di essere stanco e continuamente malato. "Era anche solito fare uno spuntino con patatine in busta e, ogni tanto, fette di pane bianco con un po' di prosciutto", aggiunge l'esperta.

Il ragazzino ha subito quindi una grave carenza vitaminica e malnutrizione.

Sempre Atana ha approfondito: "aveva perso minerali dalle ossa, il che è davvero scioccante per un ragazzo della sua età".

"Non può guidare e per lui sarebbe molto difficile leggere, guardare la televisione o distinguere i volti delle persone". La patologia che lo ha colpito si chiama Neuropatia Ottica Nutrizionale, una malattia guaribile solo se curata in tempo: quando le fibre ottiche iniziano a morire, infatti, il danno diventa permanente. "Tuttavia, avendo conservato la visione periferica, è ancora in grado di camminare da solo" conclude il medico. In fondo siamo quello che mangiamo! Come si può lasciare che un bambino si nutra solo di patatine fritte? "E se non ce ne occupiamo, e soprattutto non ci occupiamo di bambini, infanzia e natalità, non andremo da nessuna parte", ammonisce il pediatra.

Altre Notizie