Cnh Industrial, scissione di Iveco e Fpt dal 2021

Spezzatino Fiat: anche Iveco destinata allo scorporo?

Iveco, ipotesi spin-off: i sindacati chiedono un confronto

L'altra parte del gruppo sarà costituita dai marchi Case, New Holland, Steyr, Case, New Holland Construction, Astra, Magirus e Iveco defence Vehicles, con un fatturato pro-forma nel 2018 pari a 15,6 miliardi di dollari, di cui il 75% relativo alle macchine per l'agricoltura. E' di ieri, lunedì 3 settembre 2019, l'annuncio del Piano di sviluppo fino a 2024 di Cnh Industrial la società controllata dal gruppo Exor (famiglia Agnelli) che conta in Italia un quarto dei 64mila dipendenti nel mondo. Mentre l'entusiasmo quasi febbrile con cui si susseguono le presentazioni ai clienti in quel di Torino e il tour de force cui vengono sottoposti i sedici prototipi dati in pasto a chi li vuole toccare, provare, quasi 'aprire come una scatoletta', dimostrano la voglia di rivincita e l'orgoglio del grande costruttore.

"In una phone conference presieduta dal Responsabile delle relazioni industriali Vincenzo Retus e tenutasi contemporaneamente alla comunicazione del piano industriale negli USA, oggi CNH Industrial ci ha informati ufficialmente dello spin off del settore camion, quindi di Iveco e delle attività motoristiche di FPT Industrial, nonché più in generale del nuovo piano aziendale per il prossimo quinquennio, oggettivamente molto ambizioso dal punto di vista degli obiettivi finanziari prefissati". La posizione di mercato e la gamma prodotto dei marchi IVECO saranno ulteriormente rafforzate con investimenti sul prodotto e miglioramenti tecnologici. FPT Industrial rimarrà un fornitore chiave del business "Off-Highway" tramite un accordo di fornitura a lungo termine.

"Questo piano coraggioso porterà alla creazione di due nuovi leader globali nei rispettivi settori", ha dichiarato Suzanne Heywood, Chairperson, CNH Industrial. "Il Consiglio di Amministrazione sostiene con forza questa ambiziosa strategia e la nostra fiducia trova solide fondamenta nel rigoroso lavoro che ha portato alla sua formulazione". Oltre 13.000 negli stabilimenti di veicoli commerciali e motori, circa 4.000 in quelli delle macchine agricole e macchine costruzioni. "Tutto ciò è profondamente coerente con il nostro obiettivo strategico finale: "powering sustainabale transformation", essere la forza motrice di un cambiamento sostenibile". A ogni azionista dell'attuale Cnh Industrial verrà distribuita un'azione, con un rapporto di 1:1, della nuova società "On-highway".

Altre Notizie