Salvini: porto a casa un'Italia più sicura dopo 1 anno di governo

Il Primo Ministro Giuseppe Conte durante il suo intervento al Senato

Il Primo Ministro Giuseppe Conte durante il suo intervento al Senato 20 August 2019. ANSA CLAUDIO PERI

"Sono qua con la grande forza di essere un uomo libero, quindi vuol dire che non ho paura del giudizio degli italiani", ha aggiunto. Non voglio catene. Sono stufo che ogni passo debba dipendere dalla firma di qualche funzionario europeo. "Se qualcuno ha scelto una maggioranza alternativa e si stanno distribuendo ministeri fra Pd e M5S basta dirlo, e' una questione di correttezza nei confronti degli Italiani Sono disposto ad aspettare tutti ma poi faro' quello che penso". "Siamo o non siamo un paese libero e sovrano?". Prima devo sentire cosa dice, se sara' un discorso contro Matteo Salvini giudicheremo, spero che si parli del futuro dell'Italia. Avete scelto il bersaglio, eccomi, avete scelto il pericolo dell'Italia eccomi, pronto a sacrificarmi, non c'è problema. Dopo lo scontro in Senato con Conte, i nodi sono venuti al pettine con ancor più veemenza. "La via maestra è quella delle elezioni, ma se volete andare avanti noi ci siamo: tagliamo i parlamentari e poi andiamo a votare".

"Gli italiani non votano in base ad un rosario - ha concluso il Ministro Salvini - chiedo per il popolo italiano la protezione del Cuore Immacolato di Maria e non me ne vergogno".

Altre Notizie