Juventus, Cristiano Ronaldo: "L'ultima annata la più complicata. Sono ossessionato dalla vittoria"

Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo

"Ho portato Cristianinho all'ostello di Lisbona dove vivevo e mi ha chiesto: "Papà, hai vissuto qui?" Quello di cui ho bisogno sono progetti allettanti e quello della Juve lo è. "La Champions League, però, non deve essere una ossessione, lasciamo che le cose vadano come devono andare". "Ma se guardi ci sono portieri e difensori valutati anche 80 milioni di euro, non sono d'accordo ma è il mercato di adesso, è il momento che viviamo". Infine, un pensiero anche sul caso Mayorga, la donna che lo accusava di violenza sessuale: "Penso sia stato forse l'anno più difficile per me, ma non professionalmente parlando".

Dal calcio alla vita privata, due aspetti spesso sovrapposti e sovra-esposti quando sei una star dello sport ricercata da tutti e costantemente sotto i riflettori.

Quando mettono in dubbio il tuo onore fa male - ha aggiunto Ronaldo -.

Seguendo questa formula, che ha analizzato i dati dalla stagione 2013/2014 a quella 2017/2018, Messi ha una media di 1,21 Vaep per partita mentre Ronaldo è a quota 0,61 Vaep. "Tuttavia ne sono uscito bene, grazie al cielo tutti hanno visto che sono innocente e io sono orgoglioso di come hanno reagito i miei cari e i miei amici, non mi hanno mai messo in discussione".

Vi sembrano parole di un campione che ha in animo di dire addio e lasciare la scena senza essersi tolto l'ultima soddisfazione?

Altre Notizie