Trump a Israele: impedisca la visita delle due deputate americane

Bandiere degli USA ed Israele

Israele nega ingresso a due rappresentanti del Congresso Usa Trump reagisce

Lo ha riferito il vice ministro degli Esteri Tzipi Hotovely ai media israeliani.

Omar e Tlaib fanno parte con Alexandria Ocasio-Cortez e Ayanna Pressley della cosiddetta "squad", ovvero sono le quattro deputate democratiche, progressiste e di colore che Donald Trump ha ripetutamente preso di mira sui social network, accusandole di essere contro Israele e gli Usa e pro terrorismo e invitandole a tornare "nei posti corrotti e infestati dal crimine da cui sono venute", ignorando forse che tre di loro sono nate negli Usa e una ci vive da 10 anni.

Le parole del vice ministro giungono dopo che il presidente Donald Trump aveva twittato che Israele avrebbe mostrato "una grande debolezza" se avesse consentito l'ingresso nel Paese alle due parlamentari. Il loro arrivo in Israele era previsto entro la fine della settimana. "Tuttavia -ha aggiunto- l'itinerario indicava che l'unica intenzione delle due deputate era quella di danneggiare Israele". Il premier ha poi affermato che alla Tlaib potrebbe essere concesso il permesso su base umanitaria di visitare i suoi parenti in Cisgiordania.

Le autorità israeliane hanno vietato l'ingresso nel paese a Ilhan Omar e Rashida Tlaib, le due deputate democratiche del Congresso statunitense di religione musulmana. È stato sconfessato dall'uomo che l'ha nominato: i giornali israeliani spiegano che le pressioni per ostacolare la visita sarebbero arrivate da Trump, il presidente vuole presentarsi come l'unico amico dello Stato ebraico (a differenza secondo lui dei democratici).

Altre Notizie