Istat, l’industria recupera: crescita a +0,3% su maggio 2018

Industria: in crescita a maggio ordini e fatturato

Rimbalza l'industria italiana a maggio, campanello d'allarme dai mercati esteri

Ma la politica è la politica, luogo in cui ogni fattore è opinabile e vige il "benaltrismo" quando gli argomenti sono terminati o risibili.

Nello specifico i dati presentati da ISTAT evidenziano, per il mese di maggio, una ripresa, con un conseguente aumento del 2.5% mensile e 0.2% trimestrale, per quanto riguarda gli ordini delle industrie italiane.

Segue il trend positivo anche il fatturato delle industrie del Belpaese, tornato in crescita dopo il calo registrato ad aprile, registrando un aumento dell'1.6% sul base mensile e dell'1.3% su base trimestrale. Disaggregando il dato, abbiamo un incremento paritario, ma di segno inverso, tra il fatturato emerso sul mercato interno (+1,1%) e quello negativo sul mercato estero delle esportazioni (-1,3%). Con riferimento ai raggruppamenti principali di industrie, a maggio gli indici destagionalizzati del fatturato segnano un aumento congiunturale diffuso, più ampio per i beni strumentali (+3,4%) e più contenuto per i beni intermedi (+1,3%) e per l'energia (+1,2%), mentre i beni di consumo rimangono invariati.

Fa peggio però la stima degli ordinativi con una flessione del -2,5%, sia per il calo del -0,8% registrato sul mercato interno, che per quello del -5% di quello estero. Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 22 come a maggio 2018), il fatturato totale cresce dello 0,3% rispetto a maggio 2018, sintesi di un incremento dell'1,1% sul mercato interno e di una riduzione dell'1,3% su quello estero. La maggiore crescita tendenziale si registra nelle apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (+8,9%); il peggior risultato si rileva nella farmaceutica (-7,1%).

Altre Notizie