Niccolò Ciatti, inizia il processo in Spagna: "Saremo forti per darti giustizia"

Morte Niccolò Ciatti il giudice prende tempo

Niccolò Ciatti, inizia il processo in Spagna: "Saremo forti per darti giustizia"

Inizia questa mattina in Spagna l'udienza istruttoria davanti al Tribunale di Blanes, nella provincia di Girona, per la morte di Niccolò Ciatti, il 22enne fiorentino, residente a Scandicci (Firenze), ucciso il 12 agosto 2017 in un pestaggio nella discoteca 'St. Trop' di Lloret de Mar, dove era in vacanza. Il terzo, l'unico in carcere, il 26enne Rassoul Bissultanov, per motivi di sicurezza non sarà in tribunale e seguirà l'udienza dal penitenziario.

Per gli altri due, Movsar Magomedov e Khabibul Kabatov, il pubblico ministero ha chiesto l'archiviazione provvisoria, istituto del diritto spagnolo che consente di rinnovare l'imputazione qualora emergano elementi nuovi durante il dibattimento.

"Avevamo due dei ceceni che hanno partecipato all'omicidio di mio figlio a soli 2 metri da noi, d'impeto avrei voluto alzarmi e andare davanti e urlargli 'siete degli assassini'". Non potendosi costituire parti civili, i Comuni di Firenze e Scandicci (Firenze) sono comunque rappresentati nel processo, per la costituzione di parte civile, dall'amministrazione comunale di Lloret de Mar. Erano presenti due dei 3 ceceni e la famiglia di Niccolò Ciatti oltre agli avvocati difensori.

Altre Notizie