Musica, R. Kelly arrestato a Chicago per pedopornografia

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE

Con I believe I can Fly ha fatto sognare intere generazioni di amanti ma ora R. Kelly (all'anagrafe Robert Sylvester Kelly) è stato arrestato a Chicago per adescamento di minori, pedopornografia e ostruzione alla giustizia. Tra questi spicca in particolare il reato contestato di intralcio alla giustizia.

Sei anni dopo, con alle spalle un album, R., in cui compaiono anche Céline Dion e Jay-Z, l'ascesa di R.Kelly subisce un duro arresto. Libero su cauzione per un precedente caso di abusi sessuali su quattro donne, tre delle quali erano minorenni all'epoca dei sospetti abusi sessuali, il 52enne è stato arrestato la sera dell'11 luglio 2019 mentre portava a passeggio il cane nei pressi della propria abitazione, vicino alla Trump Tower di Downtown Chicago.

"Come vittima io stessa di aggressione sessuale, ho realizzato (con R. kelly, ndr) sia la canzone e sia il video in un periodo buio della mia vita, la mia intenzione era quella di creare qualcosa di estremamente insolente e provocatorio perché ero arrabbiata e non avevo ancora elaborato il trauma che mi era capitato nella mia vita". Le manette per lui sono scattate nella serata di giovedì. Presto sarà trasferito a New York. I fatti sembrerebbero aver avuto inizio già dalla fine degli anni '90 per proseguire fino al 2010. Sulle sue vicende sono stati realizzati un documentario ed una docuserie, grazie alle quali però il dibattito su tali peripezie risulta essere molto attuale.

Le prime conseguenze a livello artistico, intanto, sono già importanti. La nota artista Lady Gaga, che aveva duettato con Kelly nel pezzo Do What U Want (With My Body) ha deciso di cancellare il pezzo da gni piattaforma.

Altre Notizie