Blackout a New York, oltre 70mila persone restano al buio

Una stazione chiusa

Una stazione chiusa

I negozi hanno dovuto chiudere e gli spettacoli di Broadway anche, poiché la maggior parte dei teatri ha cancellato le programmazioni, compreso lo spettacolo di Jennifer Lopez al Madison Square Garden.

In 72mila sono rimasti al buio, la metropolitana è andata in tilt e molti sono rimasti bloccati in ascensore: la causa è un incendio della centralina. Soprattutto il 12 e 13 luglio quando in molti si riversano nel cuore di New York per assistere allo spettacolo del 'Manhattanhenge', col tramonto perfettamente allineato alle strade tra i grattacieli.

Caos improvviso a new York per un black out elettrico.

Parti di midtown Manhattan sperimentato un blackout di sabato sera, un portavoce per il New York City Fire Department, ha detto. Mentre in superficie, saltati i semafori, il traffico si è subito paralizzato, con il governatore dello Stato Andrew Cuomo costretto a inviare gli uomini della Guardia nazionale per fare ordine. Anche una parte dei cartelloni e degli schermi luminosi di Times Square e l'altrettanto iconica insegna luminosa del Radio Music Hall sono spenti. Le zone più colpite dal blackout sono state Midtown e l'Upper West Side. Tutti i fan e le persone presenti sono state evacuate dalla zona. Oltre 40mila persone sono rimaste senza corrente secondo la ConEdison, la società dei trasporti pubblici della città. Un po' di tensione a New York è sempre giustificata perchè - come ha ricordato il sindaco Bill de Blasio - quando qualcosa non va inevitabilmente torna alla mente l'11 settembre del 2001.

Per un curioso scherzo del destino, l'interruzione di elettricità è accaduta nello stesso giorno del grande blackout del 1977, quando New York sprofondò nell'oscurità. L'ultimo blackout di rilievo risale all'agosto del 2003: colpi' parte di Midtown e la parte sud di Manhattan, lasciando al buio anche il Palazzo di vetro delle Nazioni Unite e Wall Street.

Altre Notizie