Tinto Brass è stato ricoverato in gravi condizioni

Tinto Brass

Tinto Brass

Il regista è stato ricoverato d'urgenza all'ospedale Sant'Andrea di Roma.

Nato a Milano il 26 marzo 1933 dopo la laurea in giurisprudenza, si è trasferito negli anni '50 a Parigi dove ha lavorato come archivista presso la Cinematheque Française; l'approdo al cinema è come aiuto regista di Alberto Cavalcanti e di Joris Ivens e poi come aiuto del grande Roberto Rossellini per India e Il generale Della Rovere, entrambi del 1959. A dare la notizia del precario stato di salute dell'uomo 86enne è la moglie Caterina Varzi. Sempre il Corriere scrive che stava lavorando a una nuova versione di Paprika. La prognosi rimane riservata. A 84 quattro anni il 3 agosto 2017 Brass sisposa Caterina Varzi, un tempo ricercatrice universitaria e avvocato con la passione della psicanalisi, oggi assistente premurosa "È la felice conclusioe della mia esistenza, matrimonio "intimo", in casa, quattro testimoni e basta...".

Ora è in terapia intensiva: "La situazione è molto delicata", ha aggiunto la Varzi.

Gli ultimi anni non sono stati facili per Tinto Brass. La donna era una ricercatrice universitaria ma ben presto divenne la musa del regista.

Altre Notizie