Stadio nuovo, Antonello: "Asset fondamentale per il futuro della società"

Inter e Milan hanno presentato un “progetto di fattibilità” per il nuovo stadio di Milano

Politici milanesi uniti: no all’abbattimento. Salvini: “Non ci posso pensare”

Sala demolizione San Siro - C'è dibattito attorno al tema del nuovo stadio per Milano, il cui progetto di fattibilità è stato presentato al Comune nella giornata di ieri. Vista l'ampiezza della relazione presentata dai due club e i necessari approfondimenti tecnico-urbanistici che l'argomento richiede, da Palazzo Marino fanno sapere che sarà necessario del tempo prima di avere un parere sul progetto preliminare.

L'idea di abbattere lo storico impianto meneghino, complice anche l'assegnazione delle Olimpiadi Invernali del 2026 a Milano e Cortina, è stata dunque messa da parte a favore di una progettualità che vede convivere i due impianti nella stessa zona.

Il dirigente nerazzurro ha aggiunto: "Sarà un vero nuovo quartiere all'interno di Milano che avrà delle caratteristiche particolari".

Il nuovo progetto di San Siro continua a far discutere. Perché è giusto che una città come questa, conosciuta per design e innovazione, abbia un distretto entertainment a grandissimi livelli, ma anche sicurezza, accessibilità e sostenibilità. "Ho detto che di fronte alla proposta delle squadre è difficile che io mi possa girare dall'altra parte", precisa Sala.

STIMA DEI COSTI - Scaroni a questo proposito ha sottolineato: "E' una stima preliminare perché non abbiamo ancora i progetti architettonici, pensiamo che il costo totale sia di un miliardo e duecento mln".

La tifoseria organizzata dell'Inter ha comunque deciso di dare vita ad una forma di contestazione nel caso in cui l'Atalanta dovesse giocare comunque a San Siro: "Invitiamo fin da ora tutti i frequentatori della Nord a ritrovarsi davanti al Baretto in tutte le occasioni in cui veramente l'Atalanta dovesse infestare il nostro stadio con la propria presenza per le partite di Champions".

ESPERIENZA CONDIVISA - "Milan e Inter gestiscono già San Siro in maniera efficiente, in maniera condivisa e non è una novità".

Altre Notizie