Francia, arriva la nuova eco-tassa: fino a 18 euro sui biglietti aerei

EPA +CLICCA PER INGRANDIRE

EPA +CLICCA PER INGRANDIRE

La Francia introdurrà, a partire dal 2020, di un'ecotassa sui biglietti aerei. Intanto, seguendo l'esempio di altre grandi metropoli e più di recente dei parlamenti di Regno Unito e Irlanda, la città di Parigi si è dichiarata ufficialmente in "stato di emergenza climatica". Sotto pressione dalla misura potrebbero essere soprattutto le Low Cost. I voli in arrivo negli aeroporti francesi non saranno soggetti al balzello.

"Da mesi tra i nostri connazionali si va esprimendo un sentimento di ingiustizia sulla fiscalità del trasporto aereo". E' quanto ha deciso il governo francese in merito all'imposta che riguarderà tutti i biglietti aerei per i voli in partenza dalla Francia, come si legge su Il Sole-24 Ore.

La decisione, valida per tutte le compagnie aeree, è stata fortemente voluta dal presidente Emmanuel Macron che ha riunito al palazzo dell'Eliseo il secondo Consiglio di Difesa Ecologico e rientra all'interno del quadro delle iniziative, spinte dal governo francese, finalizzate alla lotta ai cambiamenti climatici.

Soldi, ha precisato la ministra, che verranno consacrati ad investimenti in infrastrutture di trasporto più moderne e rispettose dell'ambiente, in particolare, nel campo ferroviario. Saranno esclusi i voli verso la Corsica ed i territori francesi Oltremare.

"Il nostro settore - spiega ancora de Izaguirre - è asfissiato dalle tasse e questa misura colpirà particolarmente le compagnie francesi che già pagano il 30% di tasse in più rispetto alla media europa".

Una tassa servirà a cambiare le cose? All'indomani della notizia dell'introduzione dell'ecotassa in Francia l'aeroporto di Zurigo registra un nuovo record per giugno con 2,9 milioni di passeggeri.

Altre Notizie