Alitalia, fonti Mise: verso una newco con maggioranza assoluta Mef-Fs

Alitalia lo Stato in maggioranza Tesoro e Ferrovie sopra il 50

Alitalia, i Cinque stelle cedono: i Benetton verso il salvataggio della compagnia

La partita del salvataggio di Alitalia oggi vivrà una giornata chiave, con la riunione del consiglio di amministrazione di Atlantia.

Né in Autostrade, né in Alitalia aveva sentenziato il vicepremier Luigi Di Maio appena due settimane fa.

Ieri, sempre da quanto si apprende, anche Delta Airlines ha fatto sapere che l'ingresso di un socio industriale come Atlantia è fondamentale per l'operazione. Dalla seduta, come anticipato ieri dal Sole 24 Ore, dovrebbe uscire la decisione di presentare una manifestazione d'interesse per entrare nella "Newco Nuova Alitalia" insieme a Fs, Delta Air Lines e Mef.

Dall'ultimo incontro al Mise erano emersi alcuni dati riguardanti le quote degli asset di Alitalia: "per il 35% circa da Ferrovie dello Stato, per una quota tra il 10 e il 15% dall'americana Delta e per una quota approssimativamente intorno al 15% dal Mef".

Sul futuro di Alitalia si va verso la newco con la maggioranza assoluta nelle mani di Ferrovie dello Stato e del ministero dell'Economia. Nei giorni scorsi, i nomi più papabili sembravano il gruppo abruzzese Toto, German Efromovich, imprenditore colombiano azionista di maggioranza di Avianca, e Claudio Lotito, patron della Lazio. Quest'ultima è parte dell'alleanza Star Alliance, concorrente di Sky Team di cui fa parte il vettore a stelle e strisce. "Solo allora si potrà pensare a un serio piano industriale e ad una concreta ristrutturazione aziendale e ci sarà la fila per investire nella nostra compagnia di bandiera", conclude la nota.

Intanto dal fronte amministrativo arrivano ottime notizie per la compagnia: a giugno i ricavi da traffico passeggeri sono aumentati del 4,4% e il numero dei viaggiatori è cresciuto del 2,2%, con risultati record sulle rotte intercontinentali.

Altre Notizie