Nissan deplora marcia indietro Renault su riassetto governance

Le Maire rafforzare l'alleanza Renault Nissan è una priorit

Nissan deplora marcia indietro Renault su riassetto governance

Quello di Tel Aviv è il terzo polo aperto da Renault e Nissan. La Francia sarebbe disposta a ridurre il coinvolgimento in Renault il che potrebbe rafforzare la partnership con Nissan.Parigi aveva insistito per un coinvolgimento nella fusione del produttore giapponese Nissan che è stato strettamente intrecciat con Renault per circa 20 anni.

Nel frattempo, il ministro francese dell'Economia, Bruno Le Maire, intervenuto lo scorso weekend al G20 dei ministri delle Finanze (il summit si tiene, curiosamente, in Giappone), ha dichiarato che l'alleanza fra Renault e Nissan va mantenuta e rinforzata, per costituire una valida controffensiva ai mutamenti in atto nel panorama dell'industria automobilistica mondiale. Le diplomazie di Fiat Chrysler Automobiles e di Renault starebbero lavorando secondo i rumors per capire se ci sono margini per riaprire le negoziazioni. Ieri i vertici di Nissan hanno posto le loro condizioni affinché l'ipotesi di fusione tra il Lingotto e la Casa della Losanga possa ripartire. E, sebbene gli sviluppi di oggi abbiano chiaramente una tonalità conflittuale, non sono tutte negative.

E su questo terreno Nissan, secondo fonti citati da Reuters, in cambio del sì avrebbe chiesto ai soci francesi di scendere dalla quota del 43,4% detenuta in Nissan. In particolare a nutrire la speranza di un riavvicinamento è il ministro dei Trasporti francese, Elisabeth Borne, che in un'intervista a BFM TV ha affermato: "Credo che il caso non sia chiuso", rispondendo alla domanda se i colloqui tra le due aziende fossero da ritenersi ormai tramontati del tutto.

Renault poco rappresentata nei nuovi Comitati Nissan? A quel punto "potremo passare ad una secondo tappa, che sarà necessaria" e in quest'ottica il progetto di aggregazione Fca-Renault resta "un'opportunità" ma sempre nell'ottica dell'alleanza col gruppo nipponico e la salvaguardia dell'occupazione industriale.

Altre Notizie