Matrimonio a prima vista divorzio: a coppia viene negato l'annullamento

Wilma e Stefano ai tempi del matrimonio 2016

Wilma e Stefano ai tempi del matrimonio 2016

Nella sentenza emessa dal Tribunale di Pavia il giudice ha infatti confermato che il matrimonio è pienamente valido: i due erano consapevoli del gesto che stavano facendo anche se si trattava di finzione. Forse. Di sicuro, 'matrimonio a prima vista': perchè Stefano Soban e Sara Wilma Milano - lui titolare di una gelateria di Alessandria, lei cantante di Abbiategrasso - erano tra i partecipanti al reality omonimo andato in onda su Sky in cui coppie di perfetti sconosciuti accettavano di sposarsi e di vivere per tre mesi sotto l'occhio delle telecamere che riprendevano tutto (o quasi), dai preparativi al giorno delle nozze. I due, per entrare nel programma, hanno firmato un contratto: c'è una penale di 100mila euro se abbandonano lo show, ma dall'altra parte la produzione dà la possibilità ai due di avviare l'iter della separazione consensuale entro sei mesi dalle nozze pagando interamente le spese di avvocati e tribunali.

Il 21 novembre 2016 Stefano, elegantissimo in damascato scuro, attende la sua Wilma nel comune di Chiaravalle, tra l'entusiasmo dei parenti pronti per il lancio del riso. Lei, in tradizionale abito bianco, arriva e promette amore eterno al suo sposo. Litigavamo spesso, quindi abbiamo pensato di chiedere subito la separazione. "A quel punto sono iniziati i problemi". D'accordo con la produzione, Wilma si reca in municipio ad Abbiategrasso per avviare la pratica ma l'ufficiale di stato civile riscontra un'irregolarità nel contratto di nozze: data e luogo non coincidono. I due, infatti, risultano uniti in matrimonio il 30 novembre in un comune in provincia di Potenza. La donna racconta: "Mi sono rivolta all'avvocato e ho presentato richiesta di annullamento del matrimonio in tribunale". Ora non resta che ricorrere in appello. Per il Tribunale di Pavia il vizio di forma non sarebbe determinante da annullare il vincolo, così come il timore del pagamento della penale non costituirebbe una coercizione.

La trasmissione televisiva doveva far scattare la scintilla tra Sara Wilma Milani e Stefano Soban ha invece innescato una corsa verso la separazione che si è rivelata ad ostacoli.

Altre Notizie