Conti pubblici, Juncker: "L’Italia sbaglia direzione, rischia una procedura per anni"

Tria'Troveremo un accordo con l'Ue. Ma Juncker lo gela'L'Italia sbaglia direzione rischia procedura

Conti pubblici, Juncker: «L’Italia sbaglia direzione, rischia una procedura per anni»

A novembre, quando gli sherpa dell'Ecofin si erano trovati di fronte a una situazione analoga sulla procedura contro l'Italia, il testo adottato dal Comitato Economico e Finanziario conteneva un riferimento agli "ulteriori elementi (che) potrebbero emergere dal dialogo in corso tra la Commissione e le autorità italiane".

Il Comitato Economico Finanziario, l'organismo che riunisce i rappresentanti dei Governi dell'UE, ha adottato il rapporto sull'Italia confermando il parere della Commissione secondo cui la procedura per deficit eccessivo "è giustificata".

"Pensiamo che Roma si stia muovendo in una direzione sbagliata, quindi dobbiamo prendere decisioni rilevanti in questo campo".

"Penso che l'Italia rischi di restare nella procedura di infrazione per anni". "Si comporti in modo da avere ragione", è la risposta di Juncker. "L'Italia sta correndo il rischio di rimanere intrappolata in una procedura per deficit eccessivo per molti anni", ha detto Juncker, spiegando che l'apertura della procedura "dipenderà dagli impegni che il governo italiano prenderà".

"L'impegno del Governo è quello di concordare con i partner europei un percorso credibile di riduzione del debito, nel segno della sostenibilità sociale e senza attuare manovre recessive, che sarebbero in contraddizione con l'agenda di rilancio della crescita adottata sin dallo scorso anno".

La maggioranza di governo è coesa nella volontà di voler evitare la procedura di infrazione che, come ha detto il premier Conte, "sarebbe un danno per gli italiani, per il Paese, ci esporrebbe a una fibrillazione dei mercati incontenibile".

Altre Notizie