Mediaset, P.S. Berlusconi: con Mfe 107 mln sinergie e... -2

Pier Silvio Berlusconi Mediaset

Mediaset si trasferisce in Olanda?

Una volta completata l'operazione, la holding, avrà sede in Olanda, residenza fiscale in Italia e sarà quotata alle Borse italiana e spagnola, controllerà da subito il 100% di Mediaset Spa e il 100% di Mediaset España e le sarà conferita anche la partecipazione del 9,6% in ProSiebenSat1 acquisita nei giorni scorsi. Voglio inoltre ribadire che le sedi fiscali delle societa' fondatrici di MFE rimarranno nei rispettivi paesi d'origine e anche la sede fiscale del nostro azionista di controllo, cioe' Fininvest, rimarra' italiana. Oggi pomeriggio, come riportato da Radiocor, è in programma un consiglio di amministrazione straordinario ed è probabile che si arrivi a un annuncio a mercati chiusi su quanto deliberato. Mediaset prevede anche che la futura remunerazione degli azionisti, attraverso dividendi ordinari o altre forme tecniche, non sia mai inferiore al 50% dell'utile netto consolidato dell'esercizio. Lo annuncia una nota, che sottolinea che l'obiettivo è creare "un polo televisivo paneuropeo".

"La holding Media for Europe avrà una sede in Olanda - ha dichiarato l'amministratore delegato di Mediaset Pier Silvio Berlusconi, in conferenza stampa a Cologno Monzese -". "In un mondo di competizione globale, creare un gruppo editoriale con dimensioni adeguate che parli al pubblico europeo diventa un fattore cruciale per il futuro".

L'Ad di Mediset ha spiegato che sarà "un'operazione amministrativamente complessa ma che fornirà, da subito, vantaggi molto evidenti agli azionisti che ci seguiranno". Tuttavia, Mediaset stima 107 milioni all'anno di sinergie e risparmi che saranno raggiunti entro il 2023.

La scelta dell'Olanda riguarda alcuni dettagli tecnici, con delle regole che permettono una gestione più stabile e maggiori opportunità di crescita e sviluppo. Le attivita' operative delle due societa' rimarranno in Italia e in Spagna, le sedi fiscali resteranno nei rispettivi paesi e le tasse continueranno a essere pagate in Italia e in Spagna.

Identico discorso per la produzione e l'occupazione che resteranno stabilmente in Italia e Spagna.

Altre Notizie