Olanda, exit poll: laburisti primo partito, 4 seggi agli euro-scettici

Europee: seggi aperti in Olanda e Regno Unito

Europee: exit poll Olanda, Labour primo - Ultima Ora

Gli exit poll per le elezioni europee in Olanda assegnano 5 seggi ai laburisti del PvdA. Un voto che ha rappresentato un referendum per il governo liberale del premier Mark Rutte che secondo le intenzioni di voto dovrebbe tenere al 15% e rimanere al secondo posto nei sondaggi. Ai Verdi andrebbero tre seggi, mentre un seggio al Freedom Party (PVV), il partito nazionalista di Geert Wilders, alleato del leader della Lega Matteo Salvini, che avrebbe perso tre dei suoi quattro seggi precedenti: ha raggiunto appena il 4%.

Aperti i seggi in Olanda e Regno Unito, i primi due paesi che votano per il rinnovo del parlamento europeo e che danno quindi il via alla tornata elettorale che vede coinvolti i 28 paesi membri dell'Ue e si concluderà domenica 26 maggio.

Un successo a sorpresa per i laburisti guidati da Frans Timmermans, primo vicepresidente della Commissione europea e candidato di punta dei Socialisti e democratici S&D per succedere a Jean-Claude Juncker, che salgono nei sondaggi opponendo un vero e proprio sbarramento al fronte euroscettico e anti-migranti di Baudet che comunque stasera ha di fatto aperto la corsa dei populisti in Europa, in attesa che anche gli altri Paesi si esprimano. Fino a marzo, Rutte non dava molto peso al partito di Baudet, eccentrico leader che ama parlare in latino, postare selfie seminudo su Instagram e fare commenti sessisti sulle donne.

Elezioni europee, tutto quello che c'è da sapere. Domani si voterà in Irlanda e Repubblica Ceca, sabato toccherà a Lettonia, Malta e Slovacchia mentre domenica a tutti gli altri Paesi, compresa l'Italia.

Altre Notizie