Lazio, Inzaghi: "Il mio futuro? Ne parliamo alla fine"

Atalanta, Gasperini: “Ho un contratto, alla fine del campionato parlerò con il presidente”, Gomez: “non so se posso considerarmi una bandiera come De Rossi”

Gasperini: “A fine campionato parlerò con Percassi”

Domani, mercoledì 15 maggio, allo stadio Olimpico, le due compagini si sfideranno per alzare al cielo il trofeo. Le squadre sono state così accolte dal Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella, il quale è stato omaggiato con una maglia della Prima Squadra della Capitale.

All'attenzione dei presenti è intervenuto anche il tecnico della S.S. Lazio Simone Inzaghi che, durante l'evento, ha presentato la gara di domani con l'Atalanta. "Vogliamo prenderci la coppa nel nostro stadio e davanti ai nostri tifosi". Da allenatori e da giocatori si possono avere precedenti con una arbitro e con un altro, quando si hanno tante partite alle spalle ci sono tutti. "Solo dopo si potranno fare programmi diversi". Abbiamo queste partite nel nostro dna. Se l'è meritata sul campo questa designazione.

Squalificato nell'ultima partita di campionato contro il Genoa, il Papu Gomez è pronto e riposato per le ultime tre partite di una stagione che può consegnare l'Atalanta nella storia.

Molto, perchè se è stato scelto significa che la merita. Sono sereno e fiducioso, i ragazzi stanno lavorando nel migliore dei modi.

"Io penso che abbia le stesse chance che hanno Correa e Caicedo".

GASPERINI - "Gasperini è un ottimo allenatore, ha dato fisionomia alla sua squadra, mi sono ispirato a lui e agli allenatori che ho avuto nella mia carriera da calciatore, poi ho fatto i miei accorgimenti". "Abbiamo giocato spesso all'estero, disputando partite che hanno accresciuto la nostra personalità, c'è l'emozione ma c'è anche la voglia di raggiungere l'obiettivo".

FUTURO - "Non si decide in 90 minuti, il futuro di Inzaghi si decide a fine campionato tra me e la società. Non è questo il momento per parlarne".

Altre Notizie