De Laurentiis: "Insigne mi ha chiesto più volte la cessione"

Cannavaro: “Chiesa e Bernardeschi futuro della Nazionale. A Roma e Firenze contestano i presidenti…”

CANNAVARO, Con Chiesa Italia ha futuro. A Firenze...

Lorenzo Insigne nelle scorse settimane è stato accostato con insistenza al Milan. "Lo ha fatto anche prima dell'incontro chiarificatore con Mino Raiola". Inoltre a livello di caratteristiche non è quel che profilo che serve al Milan per fare il salto di qualità. Se c'è una peculiarità assente in questa squadra è la velocità palla al piede e la capacità di alzare i ritmi alla partita, cosa che Insigne non ha mai mostrato nemmeno nel periodo più alto della sua carriera, nell'ultimo anno con Maurizio Sarri con lo Scudetto sfiorato. E' per questo che le dichiarazioni sul capitano del Napoli, Lorenzo Insigne, assumono un contorno importantissimo e da non sottovalutare.

"Quando l'ho visto giocare con la sua nazionale, era seduto in panchina che guidava e gridava più dell'allenatore per farli vincere - ha proseguito il patron partenopeo a margine del forum 'Il calcio che vogliamo' organizzato presso la sede de 'Il Corriere dello Sport' a Roma -Rimpianto?" Insigne mi risulta che sia un giocatore del Napoli, è napoletano. Al momento si sta discutendo della possibilità di allungare il suo contratto in essere con il Napoli, ma ai prossimi fischi, a mio avviso, si ripresenterà la stessa situazione.

Altre Notizie