Sanità Falsi medici e farmaci scaduti, i Nas chiudono 52 centri sanitari

Carabinieri NAS

Carabinieri NAS

Sono stati anche scoperti illeciti per indebita erogazione di prestazioni di medicina estetica chiamate "PRP", il plasma ricco di piastrine, effettuate in dermatologia illegalmente e senza autorizzazioni. In sostanza il modus operandi era quello del prelievo del sangue dai pazienti per poi dare vita alla "reinfusione dopo averlo lavorato e concentrato per mezzo di apparecchiature denominate centrifughe del sangue". Nei controlli su 607 centri, il nucleo dei CC per la Tutela della Salute ha accertato irregolarità, farmaci scaduti e mancanza dei titoli professionali per esercitare in 172 strutture (28% del campione). Nel corso dei controlli sono stati accertati anche interventi chirurgici di medicina sperimentale denominati "lipofilling articolare", praticati in cliniche private senza procedure autorizzate.

Il monitoraggio ha riguardato tutti gli aspetti del comparto, con particolare riferimento all'idoneià delle strutture (autorizzazioni, requisiti igienico-strutturali), il possesso di titoli abilitativi in relazione alle diverse specializzazioni, la sicurezza nei luoghi di lavoro (adeguatezza dei sistemi antincendio, corretta applicazione della normativa sul fumo), la corretta custodia e somministrazione dei medicinali, senza escludere il regolare funzionamento delle apparecchiature medico-diagnostiche e lo smaltimento dei rifiuti sanitari. Il valore economico va oltre i 16 milioni di euro, per gravi e palesi irregolarità igieniche e strutturali, spesso associate all'assenza di autorizzazioni e abilitazioni. La tecnica PRP può essere eseguita infatti solo presso servizi trasfusionali o in centri che adottino protocolli validati dal Centro Nazionale Sangue. Sono stati deferiti all'Autorità giudiziaria dai Nas di Salerno la titolare di un centro estetico, privo di autorizzazione, e un medico chirurgo, ritenuti responsabili in concorso per aver erogato prestazioni di medicina estetica ricorrendo, in più occasioni, anche all'uso di medicinali scaduti di validità.

Falsi medici e farmaci scaduti, chiusi 52 studi medici e cliniche fuori norma.

"Sappiano i delinquenti che pensano di poter agire impunemente, mettendo a repentaglio la salute dei pazienti, che il ministro della Salute e i Nas faranno ogni cosa in loro potere per contrastare frodi e pratiche illegali".

I Nas, inoltre, hanno riscontrato una procedura denominata che risulta essere priva delle necessarie autorizzazioni. Sono state contestate 341 violazioni penali e amministrative, 222 medici sono stati denunciati, mentre altri 77 hanno ricevuto multe per un totale di 193mila euro. Il valore stimato ammonta a oltre 103 mila euro.

Altre Notizie