Maggioranza divisa pure sulla Rai, Foa in bilico

Ancora tensioni nel governo M5s apre anche fronte Rai e irrita Lega

Maggioranza divisa pure sulla Rai, Foa in bilico

Foa attaccato da Paragone e Di Nicola per conflitto di interessi. Il Presidente sarebbe infatti finito nel mirino dei 5Stelle. "Con estrema serenità di giudizio nei confronti di una persona che ho sostenuto, dico al presidente Foa che sicuramente non avevamo calcolato che il suo ruolo fosse così interpretabile. Lo invito a rileggersi il contratto e capire il peso specifico del ruolo che riveste". Dunque, Foa viene accusato di invadere la sfera di competenza di Salini e anche di non aiutare la causa del pluralismo.

Oltre a Paragone, si è espresso in merito anche un altro giornalista e senatore M5S, Primo Di Nicola. "L'idea - spiega Foa -nasce dal fatto che Rai Com ha una spiccata vocazione internazionale perché attraverso Rai Com passano i maggiori contratti con i i nostri partner internazionali in Europa e fuori".

Roma - I contrasti nella maggioranza prendono corpo anche in commissione di Vigilanza Rai, dove il Movimento 5 Stelle attacca, per la prima volta a viso aperto, il presidente della tv pubblica, Marcello Foa. In questo modo si rischia di configurare un fastidioso conflitto operativo e di interessi in capo ai vertici Rai. "Chiediamo a Foa se non ritenga opportuno lasciare quella carica". La domanda è rimbalzata esplicitamente nelle domande con cui i parlamentari hanno bombardato amministratore delegato e presidente. "La politica l'ascolto, la incontro, ma la politica fa la politica e io faccio l'amministratore delegato Rai".

Altre Notizie