Bimba ricoverata per tubercolosi, scatta il protocollo

Rimini bimba prende la Tbc profilassi per quaranta

Rimini, è allarme tubercolosi: colpita un'altra bimba. Protocollo ministeriale per 40 persone

Il batterio della tubercolosi è tornato a far paura in una scuola elementare a Motta di Livenza, comune viciono a Treviso, dove il 5 marzo 2019 ha portato l'Usl locale a organizzare una task force per fronteggiare l'emergenza. In pochi giorni, dopo che l'insegnante e un suo alunno sono finiti in ospedale con tosse e febbre alta, altri sette bambini e un'altra maestra si sono ammalati uno dopo l'altro.

Il verdetto è stato destabilizzante: tubercolosi, in forma acuta.

Per contenere l'epidemia, il Servizio d'igiene e sanità pubblica di Treviso ha eseguito controlli su quasi ottocento persone tra alunni, personale docente, genitori e perfino i cinque scrutatori del seggio che in quell'istituto avevano seguito le elezioni l'anno scorso, ricostruisce il 'Corriere della Sera'. I risultati dei controlli (il cosiddetto test di Mantoux) sono stati eclatanti: 10 malati di tubercolosi e trentasei persone positive al contagio. Nella classe della maestra la percentuale di contagiati è intorno al 95%. La bimba starebbe comunque già in miglioramento. I vari focolai sarebbero stati spenti facendo ritronare la situazione sotto controllo. Il 20 maggio poi il test sarà ripetuto su tutte le persone risultate negative finora.

I numeri potrebbero anche salire, perché la finestra d'incubazione della malattia è ancora aperta.

Altre Notizie