Succhi di frutta per tre settimane: danni al cervello, è in ospedale

Solo succhi di frutta per tre settimane: gravi danni al cervello

Beve succo di frutta per tre settimane, finisce in ospedale con danni al cervello irreversibili

La donna è stata ricoverata presso l'ospedale di Tel Aviv dopo essersi sottoposta ad un ferreo regime alimentare della durata di tre settimane che si basava sull'assunzione, esclusiva, di succhi di frutta e acqua.

Dieta dimagrante alternativa, a base di succo di frutta e acqua, ha provocato danni irreversibili all'organismo di una donna israeliana di 40 anni.

Al Corriere della Sera, Stefano Erzegovesi, responsabile del Centro disturbi alimentari all'Ospedale San Raffaele di Milano, ha spiegato che "il digiuno, come tutti i meccanismi ancestrali, muove intense energie, fisiche e mentali, che vanno ascoltate e capite con attenzione e consapevolezza".

La donna, una 40enne, ha seguito il consiglio di un "terapista alternativo" che le ha suggerito un regime alimentare liquido e drastico per perdere peso velocemente.

Stando alla versione fornita dal giornale israeliano Ha Hadashot, la paziente è stata ricoverata per iponatriemia, nota anche come "intossicazione da acqua" con bassi livelli di sodio nel sangue. La donna ha riportato dei danni al cervello che non si sa ancora se siano o meno reversibili. In Israele, specifica il giornale locale, non è richiesta alcuna qualifica per definirsi "terapeuta". Se non ascoltiamo i nostri limiti e ci illudiamo di poter proseguire a oltranza col digiuno, cominciamo a soffrirne gli effetti mentali: tristezza, irritabilità, sbalzi d'umore e, soprattutto, silenziose e invadenti ossessioni per tutto quanto riguarda il cibo, il peso e l'alimentazione.

Altre Notizie