Mike Pompeo straccia l'eredità di Obama in Medio Oriente

Pompeo al Cairo ripudia Obama e attacca l'Iran

Forse c’è una nuova strategia degli Stati Uniti in Medio Oriente

Il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, ha rivolto dure critiche all'ex presidente Barack Obama per il modo in cui l'amministrazione da lui guidata ha gestito le vicende del Medio Oriente. Il discorso lo ha trasmesso Fox News.

Washington ha commesso errori "gravi", ha detto Pompeo giovedì 10 gennaio 2019 in una conferenza stampa congiunta con il ministro degli Esteri egiziano, Sameh Shoukry. Il diplomatico emiratino ha osservato che gli Emirati sono stati un partner affidabile e coerente per gli Stati Uniti e resteranno tali. "Questi fondamentali equivoci, esposti in questa città nel 2009, hanno influito negativamente sulle vita di centinaia di milioni di persone in Egitto e in tutta la regione".

Pompeo ha parlato della necessità di avviare una politica di "contenimento" e isolamento dell'Iran, anche con l'aiuto degli alleati degli Stati Uniti in Medio Oriente.

"Trump è pronto a intraprendere nuove azioni militari in Siria, ma speriamo che non debba farlo", ha detto. "E gli Stati Uniti - ha sottolineato - useranno queste alleanze per cacciare via dalla Siria fino all'ultimo stivale iraniano". Noi abbiamo riscoperto la nostra voce. Abbiamo ricostruito le nostre relazioni. "Abbiamo rigettato le false aperture dei nostri nemici". Terzo, l'opposizione all'Iran e ai loro alleati: "Le nazioni del Medio Oriente non godranno mai della sicurezza, la stabilità economia e la realizzazione dei loro sogni, se il regime rivoluzionario iraniano persisterà nella traiettoria attuale".

Altre Notizie