Le lacrime di Federer per l'ex tecnico

Federer scoppia in lacrime ricordando l'allenatore morto

Roger Federer si commuove ricordando uno dei suoi primi coach: “La sua scomparsa mi ha letteralmente svegliato, in quel momento ho capito che avrei dovuto davvero lavorare duro” (VIDEO)

Le lacrime arrivano quasi a tradimento. Roger Federer fatica a parlare e non trattiene i singhiozzi.

Credo che Peter oggi sarebbe stato orgoglioso di me.

Nonostante il duro lavoro svolto in primavera, anche lo stesso Vajda è rimasto molto sorpreso dalla veemente ascesa di Novak, soprattutto dopo la batosta morale rimediata al Roland Garros. E' accaduto durante un'intervista tv del campione con la Cnn.

Si è emozionato fino alle lacrime, Roger Federer, nel ricordare il suo primo coach importante, quel Peter Carter che è scomparso in un incidente stradale nel 2002, mentre era in viaggio di nozze in Sud Africa: "Era venuto nel mio club, l'Old Boys di Basilea per una gara a squadre". Secondo la Cnn, il fuoriclasse elvetico a microfoni spenti avrebbe poi detto: "Accidenti, non mi sono mai sciolto così". "Credo di essere stato molto fortunato nell'avere incrociato le buone persone al momento buono; i buoni coach al timing ideale".

Altre Notizie