Apple dimezza la produzione di iPhone Xs Max

Apple iPhone XS

Smartphone che prendono fuoco da soli: l ultimo caso con un iPhone Xs Max

Era un po' di tempo che non si sentiva parlare di esplosione di prodotti tecnologici. Va detto che le cause possono essere varie e probabilmente attribuibili a un difetto di progettazione su un dispositivo (o forse su un manico) in particolare. Si tratta di iPhone XS Max, l'ultimo e più evoluto modello di gadget messo in commercio da Apple nonché il più costoso dell'intera categoria.

Per questa ragione l'accordo tra Apple e Foxconn per produrre iPhone in India top di gamma potrebbe non avere di mira solo il mercato interno, anche se con la produzione locale Cupertino riuscirebbe ad evitare dazi e tasse di importazione per contenere i prezzi finali.

Secondo quanto riferito dalla stampa a stelle e strisce, l'incidente sarebbe accaduto lo scorso 12 dicembre, a circa un mese dall'acquisto di un nuovo iPhone XS.

Verso le 15 del pomeriggio, Hillard si è accorto che qualcosa non andava: uno strano odore emanato dai suoi pantaloni desta nell'uomo dei sospetti, ma in pochi secondi dalla tasca posteriore dei pantaloni lo stesso inizia a percepire calore e bruciore. Per questo Apple sembra aver deciso di produrre in loco anche gli iPhone di ultima generazione, anche se al momento si parla solo ed esclusivamente dell'iPhone X.

Gli impiegati, hanno consigliato di lasciare il telefono per mandarlo in assistenza dove analizzeranno la situazione.

A questo punto Hillard, stanco di aspettare e non soddisfatto della soluzione, decide di riprendere il suo iPhone XS Max e di recarsi a casa.

La risposta fredda dal mercato sarebbe da ricondurre al fatto che gli ultimi modelli di iPhone non hanno innovato con decisione rispetto ai modelli precedenti, tant'è che i telefoni lanciati negli ultimi due anni vendono ancora molto bene, anche in considerazione delle loro caratteristiche tecniche e del prezzo decisamente sotto la soglia psicologica dei 1.000 euro.

Altre Notizie