Rimini, morto a 10 anni per peritonite: donati gli organi

Rimini muore per un'infezione a 10 anni donati gli organi

Rimini, muore a 10 anni di peritonite. Donati gli organi. Il papà: “Federico salverà altre vite”

Dopo 10 giorni di agonia, il piccolo Federico Fangarezzi, di soli 10 anni, non ce l'ha fatta. Il vescovo ha elogiato la scelta della famiglia di donare gli organi del piccolo. Il piccolo si era sentito male lo scorso 13 dicembre quando, a causa dell'alta febbre, era stato ricoverato all'Infermi. "Abbiamo deciso così, perché almeno Federico potrà salvare altre vite", racconta il papà, Matteo, come riporta Il Resto del Carlino. Il fegato di Federico è stato già trapiantato su un paziente di Modena. I reni sono finiti uno a Milano e l'altro a Treviso, destinati sempre a bambini.

Al momento del ricovero del bambino, i medici hanno pensato ad una forma di influenza virale. Federico si è spento nel reparto di rianimazione il 23 dicembre.

Purtroppo, però, le sue condizioni hanno continuato a peggiorare e il quadro clinico si è compromesso gravemente. Infine le cornee sono state conferite nell'apposita struttura - la banca regionale delle cornee - in attesa di trovare il donatore giusto. Probabilmente è stata una peritonite a causare i due infarti che hanno ucciso il bimbo. "Nel dramma che ci è capitato, abbiamo voluto aiutare altre persone", dice ancora il padre del bambino. In tanti hanno partecipato alla veglia di preghiera organizzata per ricordare Federico.

Altre Notizie