Qualcomm vince in tribunale: al bando molti iPhone in Cina

Qualcomm vince in tribunale: al bando molti iPhone in Cina

Qualcomm vince in tribunale: al bando molti iPhone in Cina

"Tutti i modelli di iPhone restano disponibili per i nostri clienti in Cina". Per Apple non si tratta di un colpo da poco, ma che potrebbe toccare fino al 20% dei suoi ricavi, dal momento che per l'anno fiscale che si è concluso a fine settembre, Apple ha riferito che il 19,6% delle vendite nette proveniva dalla Cina. Il tribunale popolare di Fuzhou in Cina ha accolto le richieste presentate da Qualcomm per due ingiunzioni preliminari rivolte contro quattro sussidiarie cinesi di Apple Inc.

Da parte sua, Don Rosenberg, vicepresidente esecutivo di Qualcomm, ritiene che Apple "continua a beneficiare della nostra proprietà intellettuale e allo stesso tempo si rifiuta di indennizzarci. Queste decisioni giudiziarie sono un'ulteriore conferma della forza del vasto portafoglio di brevetti di Qualcomm". "Gli sforzi di Qualcomm per mettere al bando i nostri prodotti sono un'altra mossa disperata avanzata da un'azienda le cui pratiche illecite sono sotto inchiesta dei regolatori di tutto il mondo". Tali violazioni non coinvolgono i recenti iPhone Xs, Xs Max e XR.

Altre Notizie