Borse europee in sofferenza e con esse anche Milano

Lo spread calato a 278 punti (11 meno di martedì). La Borsa di Milano meglio di tutte le altre europee

Il caso Huawei affossa le borse europee

Bagno di sangue a Piazza Affari, risultata la peggiore in Europa sui timori di un riacutizzarsi della guerra commerciale tra Usa e Cina dopo l'arresto in Canada della direttrice finanziaria di Huawei, per la quale Washington punta all'estradizione.

Piazza Affari continua a scendere. L'indice Ftse Mib cede il 3% a a18.755 punti. Sotto la parità il FTSE Italia Mid Cap, che mostra un calo dello 0,49%, come il FTSE Italia Star (-0,5%). È arrivato anche l'accordo per la partecipazione al capitale di Mediobanca che cede lil 2,59% I grandi soci, che raggruppano il 19,82% del capitale Mediobanca, hanno sottoscrivendo un nuovo accordo, unicamente di consultazione, che non prevede impegni né di blocco né di voto sulle azioni apportate.Infine, novità su Banco BPM (in pesante flessione del 4.02%) sul piano di cessione Npl. Per quanto riguarda i tecnologici, invece, vendite a raffica su Stm che ha lasciato il 5,99%. Intanto l'euro è stabile a 1,1369 dollari e a 128,31 yen. Male anche St (-4,2%), per i contraccolpi sul settore dell'affaire Huawei. Nel lusso, Ferragamo -1,40%.

Migliora lo spread (differenziale tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco), scendendo a +288 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 3,14%. Peggio Londra, a -1,4%, Parigi, a -1,36%, e Francoforte, -1,2%.

Si confermano deboli le Borse europee nel giorno della chiusura straordinaria di Wall Street per il funerale dell'ex-presidente George Bush, all'indomani della cauta apertura cinese agli Usa dopo la tregua sui dazi annunciata al G20 di Buenos Aires. In particolare, il Dow Jones cedeva il 3,06% a 24.260,48 punti, mentre il Nasdaq lasciava sul terreno il 2,34% a 6.990,87 punti.

Altre Notizie